"Lettere da Endenich": una riflessione su Robert e Clara Schumann

Recentemente ho avuto la fortunata occasione di vedere un mio articolo pubblicato sul blog di Classicaviva: una sorta di riflessione-recensione dopo il libro “Lettere da Endenich”, letto agli inizi di Dicembre scorso. Il piccolo volume riporta le lettere degli ultimi anni di Robert Schumann una volta internato al sanatorio di Endenich appunto, nonché quelle della moglie Clara e di personaggi a loro vicini come Johannes Brahms o Joachim. L’articolo che ho scritto osserva da altri punti di vista queste corrispondenze, e si pone qualche interrogativo a riguardo senza alcuna pretesa di avere ragione o di avere la verità fra le mani, ma soltanto come spunto di riflessione.
E’ possibile leggere l’articolo QUI.
Sono veramente contento di questa chance di collaborazione con un blog così importante, e sono sinceramente grato all’amico Luca Ciammarughi, per aver accolto l’idea e per avermi concesso questo spazio di espressione. [E’ bello quando l’Arte, che sia musica o altro, avvicina, connette o permette di fare incontrare persone che, altrimenti, non si conoscerebbero nemmeno. E’ bello ma anche molto importante: troppo spesso il senso della individualità allontana la forza di una coesione, anche quando è costituita da elementi differenti. Perché ogni distanza è comunque una possibilità di legame, un’occasione di arricchimento e di confronto.]
A presto!
Andrew
Annunci